Featured Post

Man behind the Curtain for al-Qaeda in Syria is Assad

Syrian President Bashar al-Assad wanted the recent Geneva II peace conference to focus on terrorism. He says terrorism is the main problem a...

Thursday, October 15, 2015

“Giù le mani dalla Siria” vale anche per la Russia: chiamata per le adesioni.

Ci auguriamo che vi unirete a noi nel sostenere questo appello. Se è così, scriveteci il vostro nome così come vorreste che appaia nella versione pubblicata insieme a una frase breve (10 parole o anche meno) che vi identifichi (ad esempio professione, attivista, blogger, ecc), compreso il vostro Paese di residenza. Si prega di utilizzare questo indirizzo e-mail per contattarci: cjc@LinuxBeach.net O lasciare le informazioni nella sezione commenti qui sotto. [Inglese][Spagnolo][Tedesco] [Arabo] [Russia] [Francese] 

“Giù le mani dalla Siria” vale anche per la Russia.

Come persone e gruppi provenienti da molti Paesi, uniti da un comune impegno per la pace, la giustizia ed i diritti umani, condanniamo l’offensiva militare russa in Siria (successiva escalation) iniziata il 30 settembre 2015.
Mentre il governo russo ha dichiarato che queste operazioni sono dirette contro lo Stato Islamico (ISIS), la maggior parte degli attacchi si sono verificati in aree con nessuna presenza dell’ISIS. L’obiettivo dell’offensiva militare russa sembrano essere le comunità civili e militari dell’opposizione nella parte a nord della regione di Homs, centro permanente di resistenza al regime di Assad.

Le vittime dell’aggressione russa il 30 settembre sono state prevalentemente civili, tra cui molti bambini. Le condizioni umanitarie erano già disperate nella zona prima che la Russia lanciasse la sua offensiva aerea, perché la zona era da tempo sotto assedio del regime per la sua resistenza.

Il regime di Assad ha provocato il caos in tutta la Siria. E’ responsabile di avere innescato la guerra civile con la sua politica di sparare contro i manifestanti che chiedevano democrazia. Il regime ha ucciso oltre un quarto di milione di siriani, ha costretto metà della popolazione ad abbandonare le loro case e ha creato milioni di profughi. Nel corso di questa operazione, ha perso il controllo di metà del Paese. Anche se la pace non potrà mai essere ripristinata dal regime che l’ha distrutto, sembrerebbe che la Russia ora utilizzi direttamente la sua potenza militare per puntellare ulteriormente un regime che, senza il sostegno straniero, sarebbe crollato anni fa. Questa operazione dalle forze russe può solo prolungare l’agonia del popolo siriano, aumentare il flusso di rifugiati e rafforzare forze estremiste come ISIS.

Le dichiarazioni russe circa la legalità dell’escalation militare non sono più veritiere di quelle usate dagli Stati Uniti per giustificare la sua guerra contro il Vietnam. Quando il governo che invita un Paese straniero a intervenire è illegittimo, lo è anche l’invito. Anche gli Stati Uniti hanno responsabilità per la catastrofe, come tutti gli attori regionali e internazionali che hanno ignorato le aspirazioni ed i sacrifici del popolo siriano in ogni loro tentativo di risolvere la crisi, sostituendoli con i propri bisogni strategici e ambizioni.

Noi condanniamo in modo inequivocabile sia le brutali azioni repressive del regime di Assad che l’intervento militare russo volto a prolungarne l’esistenza. Se la Russia vuole una transizione politica negoziata in Siria, deve fermare la sua assistenza alla brutalità e agli attacchi indiscriminati del regime siriano contro obiettivi civili e deve smettere di incoraggiare il rifiuto persistente del regime di Assad di impegnarsi in ogni serio processo di pace. Gli attacchi contro le popolazioni civili sono in violazione del diritto internazionale. Ci appelliamo alla comunità internazionale, ai governi nazionali e alle Nazioni Unite affinché assicurino il rispetto della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza numero 2139, di cui la Russia è parte, che prevede che “Tutte le parti cessino immediatamente tutti gli attacchi contro i civili, così come l’impiego indiscriminato di armi in aree popolate.” Chiediamo a tutti coloro che si occupano di pace internazionale e di difesa dei diritti umani ad unirsi a noi nel condannare le azioni di ostentata arroganza della Russia con tutti i mezzi a vostra disposizione – lobbying dei vostri rappresentanti, manifestazioni pubbliche, petizioni pubbliche e le altre forme di protesta.

firmato,
Bill Fletcher, Jr. (Scrittore / attivista, ex Presidente, TransAfrica Forum)
Yassin al Haj Saleh (Scrittore siriano che vivono in esilio, Istanbul)
Gail Daneker (Amici per un mondo non violento, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Clay Claiborne (Linux Beach Productions, Venice, California, Stati Uniti d'America)
Terry Burke (Comitato Minnesota in solidarietà con il popolo della Siria, Stati Uniti d'America)
Brian Slocock (Senior Lecturer in Scienze Politiche, Università di Paisley, in pensione, Regno Unito)
Mohja Kahf (Professore di Letteratura Comparata & Middle Eastern Studies University of Arkansas e Membro del Movimento Nonviolenza siriano)
Afra Jalabi (Scrittore siriano e vicepresidente, The Day After Association)
Andrei Codrescu (Poeta, professore emerito, Louisiana State University, USA)
Stephen R. Shalom (Redazione, New Politics, Stati Uniti d'America)
James Sadri (La Campagna Siria, Regno Unito)
Jean-Pierre Filiu (Professore, Sciences Po, Paris School of International Affairs)
Juan Cole (Professore di Storia, Università del Michigan e Blogger, commenti informati, Stati Uniti d'America)
Robin Yassin-Kassab (Scrittore, Scozia)
Leila Al Shami (Attivista e scrittore, Giordania)
Rafif Jouejati (Direttore di FREE-Siria, la Fondazione per ristabilire la parità e l'istruzione in Siria, portavoce e in lingua inglese per i Comitati di coordinamento locale in Siria, Stati Uniti d'America)
Vinay Lal (Professore di Storia, Università della California, Los Angeles, Stati Uniti d'America)
Nicolas Hénin (Giornalista, Scrittore, ostaggio ex ISIS)
Leila Vignal (Fellow, Refugee Studies Centre, Dipartimento per lo Sviluppo Internazionale, Università di Oxford, Regno Unito)
Paul Woodward (War in Context, Stati Uniti d'America)
Ella Wind (New York University e MENA Solidarity Network, New York)
Roxanne Abbas (Attivista, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Ian Keith (Public School Teacher, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Thomas Pierret (Docente, Università di Edimburgo, Scozia)
Nader Hashemi (Direttore del Centro per Middle East Studies, University of Denver, Stati Uniti d'America)
Andrew Berman (Veterani per la Pace, Stati Uniti d'America)
Mujeeb R. Khan (Dipartimento di Scienze Politiche, Università di California Berkeley)
Şener Aktürk (Dipartimento di Relazioni Internazionali, Koç University, Turchia)
Omar Qureshi (Insegnante, New York)
Michael Karadjis (Insegnante, Sydney, Australia)
Fazal Khan (Professore Associato, Università della Georgia School of Law, Stati Uniti d'America)
Abdulaziz Almashi (Siria Solidarity Movement, Regno Unito)
Kareen El Beyrouty (Economista e membro, la Siria Solidarity Movement, Regno Unito)
Mark Boothroyd (Siria Solidarity Movement, Regno Unito)
Graham Campbell (RISE Glasgow East e Glasgow TUC Unite / commercio scozzesi Union Congress Delegato, Regno Unito)
Clara Connolly (Immigrazione e Diritti Umani Avvocato, Regno Unito)
Soumya Datta (Assistant Professor, South Asian University, New Delhi, India)
Mike Gapes (Lavoro e Cooperativa parlamentare per Ilford del Sud, Regno Unito)
Bronwen Griffiths (Attivista, UK)
Adina Mutar (Giornalista, Romania)
David L. Williams (Forum Peregrine del Wisconsin, Stati Uniti d'America)
Hussam Ayloush (Presidente nazionale, siriano Consiglio americano)
Ed Potts (Socialista, UK)
Rupert Read (Lettore in Filosofia, Università di East Anglia, presidente della Green House Think Tank, Regno Unito)
Peter Tatchell (Direttore, Peter Tatchell Fondazione)
Nina van Krimpen (Attivista dei diritti umani, Paesi Bassi)
Alfonso Vázquez (Attivista dei diritti umani, Spagna)
Pete Klosterman (Ingegnere in pensione Software, New York, Stati Uniti d'America)
Therese Rickman Bull (Attivista dei diritti umani, Stati Uniti d'America)
David Turpin Jr. (Comitato contro la guerra in solidarietà con la lotta per l'autodeterminazione, Noroeste de Indiana, Stati Uniti d'America)
Rana Issa (Università di Oslo, Norvegia)
Kelly Grotke (Fellow, Società per gli studi umanistici, la Cornell University, USA)
Stephen Hastings-King (Autore, Ithaca, New York, Stati Uniti d'America)
Muhammad Idrees Ahmad (Università di Stirling, Scozia)
Danny Postel (Center for Middle East Studies, University of Denver, Stati Uniti d'America)
Mazen Halabi (Attivista, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Barry Rubin (Indipendente Scienziato, Regno Unito)
Laila Alodaat (Avvocato, Regno Unito)
Ziad Majed (Assistant Professor di Comparative International e Politica, l'Università Americana di Parigi, Francia)
Subhi Hadidi (Scrittore, Siria / Francia)
Farouk Mardam Bey (Editore, Parigi, Francia)
Rt. Hon Sir Gerald Kaufman, MP (Più longevo MP nella Camera dei Comuni, Regno Unito)
Wael Khouli (Executive Medico, Membro della American Medical Society siriana, Stati Uniti d'America)
Mary Lynn Murphy (Nonne per la Pace Delegato al Minnesota Alleanza di operatori di pace, Stati Uniti d'America)
Rihab Naheel (Comitato di Solidarietà con il Popolo della Siria, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Susan Ahmad (Siriana attivista dei diritti umani e giornalista, Regno Unito)
Faisal Alazem (Direttore, siriano Consiglio Canadese)
Haytham Alhamwi (Amministratore Delegato, Rethink ricostruire la società, Manchester siriano Comunità, Regno Unito)
Adnan Almahameed (Cittadino siriano, Community Organizer, Canada)
Pierluigi Blasioli (Studente, Università di Pescara, Italia)
James Bloodworth (Giornalista, redattore di Left Foot Forward, Regno Unito)
Luke Cooper (Docente di Politica, Anglia Ruskin University, UK)
Samantha Falciatori (Humanitarian Volontariato e della Solidarietà Attivista, Italia)
Terry Glavin (Autore / Giornalista / Columnist, Canada)
Juliette Harkin (Dottorato Studente, Università di East Anglia, UK)
Nancy Lindisfarne (Antropologo, autore, Regno Unito)
Grant Padgham (Solidarietà Attivista, Regno Unito)
Mary Rizzo (Attivista Siria Solidarietà, Blogger a wewritewhatwelike.com, Italia)
Harry Shotton (Studenti e Attivista, Regno Unito)
Kellie Strom (Artista e bambini Autore, Regno Unito)
Jonathan Neale (Scrittore, UK)
Planet Syria (Organizzazione, UK)
Bill Scheurer (Direttore esecutivo, Sulla Terra Pace, New Windsor, Maryland, Stati Uniti d'America)
Kenan Rahmani (Siriana Attivista americano, Washington DC)
Harald Etzbach (Traduttore / Giornalista, Germania)
Ken Hiebert (Attivista, Ladysmtih, BC, Canada)
Andrew Pollack (MENA Solidarity Network-Stati Uniti, Brooklyn)
Richard Dawson (Concerned Citizen, Los Angeles, California)
Robin ‘Roblimo’ Miler (IT / Scienza Reporter e Editor, Stati Uniti d'America)
Louis Proyect (Scrittore, CounterPunch pellicola co-editore, New York City)
John Wilborn (Veterani per la Pace, il Capitolo 168, Louisville, Kentucky, Stati Uniti d'America)
Fouad Roueiha (Giornalista e co-fondatore di Solidarietà con siriana Comitato Persone, Roma, Italia)
Gerard Di Trolio (Redattore, rankandfile.ca, Toronto, Ontario, Canada)
Thomas F Barton (Esercito di resistenza Newsletter)
Ricardo Salabert (Attivista politico, Portogallo)
Manuel Barrera (Metropolitan State University, St. Paul, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Jason Schulman (Redazione, New Politics, Stati Uniti d'America)
Edna Bonhomme (Dottorando, Princeton University, Brooklyn, New York, Stati Uniti d'America)
Associazione Rose di Damasco (Como, Italia)
Riccardo Bella (Attivista per la Siria e la Palestina, Milano, Italia)
Veronica Bellintani (Studente, attivista e Volontariato con siriana Rifugiati, Italia)
Peter Clifford (Medio Oriente Blogger, Regno Unito)
Sune Haugbølle (Dipartimento di Società e Globalizzazione, Università di Roskilde, Danimarca)
Karama Napoli (Comitato per sostenere il popolo arabo, Italia)
Fiore Haneen Sarti (Attivista dei diritti umani, l'Italia)
Abdulrazzak Tammo (Leadership Consulente, curdo Movimento del Futuro, la Siria / UK)
Ahmad Sadiddin (Ricercatore in Economia dello Sviluppo, Università di Firenze, Italia)
Jane Kelly (Attivista, UK)
Jamie Milne (Amici del lavoro di Ucraina, Regno Unito)
Lara Bartocci (Freethinker e Graphic Designer, Italia)
Steven Heydemann (Professore di studi mediorientali, Smith College, Stati Uniti d'America)
Enrico De Angelis (Analista dei media, Free Press Unlimited, Italia)
Comitato Permanente per la Rivoluzione Siriana (Italia)
Luke Staunton (Siria Solidarity Movement, Regno Unito)
Joshka Wessels (Ricercatore post-dottorato sulla Siria, Centro per la risoluzione di conflitti internazionali, Università di Copenhagen, Danimarca)
Carol Coren (Social Enterprise Imprenditore, Oregon e Pennsylvania, Stati Uniti d'America)
Anthony Saidy (Autore, Los Angeles, Stati Uniti d'America)
Ralph Apel (Ingegnere, Francoforte sul Meno, Germania)
Linda Parsons (Sostenitore della rivoluzione popolare siriana, Salt Lake City, Utah, Stati Uniti d'America)
Saskia Sassen (Commissione per Global Thought, Columbia University, USA)
Ali Rahabi (Attivista siriano, locali comitati di coordinamento in Siria, Deir ez-Zor, Siria)
Zaher Sahloul (Medico, Presidente siriano American Medical Society, Stati Uniti d'America)
Mohamad Khouli (Attivista, Minneapolis, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Jennifer Kaiser (Ricercatore, Turchia)
Polly Kellogg (Ritirato Professore Associato, St. Cloud State University, Minnesota, Stati Uniti d'America)
Basel Watfa (Farmacista e traduttore, campo profughi siriano, Kusel, Germania)
Luna Watfa (Giornalista Freelance / Fotografo, campo profughi siriano, Kusel, Germania)
Seyla Benhabib (Professore di Scienze Politiche e Filosofia, Università di Yale, Stati Uniti d'America)
Annalisa Roveroni (CIVIC Cooperativa Sociale, Italia)
Enzio Zuffo (Istituto Sviluppo Olistico, Italia)
Fred Mecklenburg (Notizie & Letters, Chicago, Stati Uniti d'America)
Ron Aminzade (Professore di Sociologia, Università del Minnesota, Stati Uniti d'America)
MJ Maynes (Dipartimento di Storia, Università del Minnesota, Stati Uniti d'America)
Qusai Zakarya (Attivista siriano)
Meredith Tax (Scrittore e presidente del Centro per la secolare Spaziale, New York, Stati Uniti d'America)
Deidre A. Kellogg Ketroser (Attivista dei diritti umani, rifugiati avvocato / consulente, Minneapolis, Stati Uniti d'America)
Lilia Marsali (Blogger e attivista, membro del Congresso per il cambiamento democratico algerino, Francia)
The Syrian Community of the South West UK La Comunità siriana del West UK South
Stephen Zunes (Professore di Politica e Coordinatore di Studi sul Medio Oriente, Università di San Francisco, Stati Uniti d'America)
Bassam Al-Kuwatli (Siriana società civile e attivista politico, Gaziantep, Turchia)
Marese Hegarty (Solidarietà Attivista, Irlanda)
Suzanne Ruta (Autore e traduttore, New York City)
John Game (Blogger, Inghilterra)
Gab Chaag (Blogger, Messico)
Trond Reivheim (Blogger, Norvegia)
Haid N Haid (Program Manager, Heinrich Böll Stiftung)
Bill Weinberg (Scrittore e Redattore, 4 Guerra Mondiale Rapporto)
Debbie Ryce (Vancouver BC, Canada)
Maryam Sharifzad (IT, Los Angeles)
David McDonald (Fotografo, Seattle)

No comments:

Post a Comment